AL TEATRO MANCINELLI DI ORVIETO SERATA PER NON METTERE A(L) BANDO LA CULTURA

Terni -

Una serata di festa, di protesta e proposta. E soprattutto di tanta solidarietà. Questa in sintesi la serata di ieri (26 giugno) al Teatro Mancinelli di Orvieto, organizzata dai lavoratori dell’Associazione TEMA e dall’USB -Unione Sindacale di Base- che li sta assistendo con determinazione nella loro vertenza. Soci, abbonati, sponsor, collaboratori, amici…Numeroso il pubblico presente a testimoniare la vicinanza della città di Orvieto all’Associazione che vive un momento fortemente incerto che sta mettendo a rischio il proprio futuro.

Durante la serata è stata ripercorsa la storia della TEMA, spiegato i motivi della paralisi economico/finanziaria ed organizzativa dell’ultimo periodo, sintetizzato i rischi che correrebbe con il bando di gara europea per la gestione del Teatro Mancinelli. E soprattutto sono state fatte proposte, tra cui la costituzione di un tavolo tecnico che verifichi percorsi diversi dalla gara pubblica e la possibilità di creare un organismo riconosciuto e partecipato dal Comune che riunisca i vari soggetti culturali. Il tutto impiegando l’organico della TEMA a supporto di un progetto culturale che dia ampio respiro al potenziale turistico della Città.

Tra coloro che hanno voluto essere presenti ieri sera in segno di solidarietà con i lavoratori della TEMA c’era la Filarmonica Luigi Mancinelli, che ha accompagnato il corteo partito da Piazza della Repubblica per raggiungere il Teatro Mancinelli. L’apertura della serata è stata affidata alla banda musicale; in scaletta anche l’esecuzione di alcuni brani dei maestri dell’Associazione Musicale Adriano Casasole, il cui presidente Gabriele Anselmi è intervenuto condividendo le stesse preoccupazioni della TEMA. Sono intervenuti anche la vicepresidente di Umbria Folk Festival Lucia Gismondi e il direttore artistico di Umbria Jazz Carlo Pagnotta; tra gli interventi del pubblico, quello dell’ex presidente dell’Associazione TEMA Marco Marino e dell’ex sindaco di Orvieto Toni Concina. Non sono mancati neanche contributi video di artisti che hanno lavorato al Mancinelli, tra cui quello di Sergio Castellitto e di Nicola Piovani.

Le spese per l’organizzazione della serata, inizialmente a carico dei lavoratori TEMA, sono state sostenute dalla Federazione USB e, in parte, dal pubblico che ha contribuito attraverso offerte libere

Alla serata hanno aderito artisti, tecnici e collaboratori lavorando gratuitamente. Si ringrazia in modo particolare Antonello Romano che ha presentato la serata, Raffaele Prosperini e la New Wave che hanno curato la parte tecnica. Ringraziamenti vanno anche a chi ha impreziosito la serata con interventi musicali, ovvero il grande pianista jazz Danilo Rea e il gruppo Mamma li Turchi.

La serata, ricca anche di momenti di grande emozione, ha dato voce ai lavoratori che, con passione e determinazione, hanno espresso la volontà di continuare ad essere a disposizione della città per l’erogazione dei servizi culturali e turistici.
Lo stato di agitazione della TEMA continua, ma l’affetto e la solidarietà dimostrati allo staff della TEMA dai presenti alla serata, è motivo di orgoglio nonché di fiducia in una soluzione positiva della vertenza per l’Associazione e a beneficio di tutta la città di Orvieto.



LA RSA-USB ASS.NE TEMA                        LA FEDERAZIONE USB

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati